ItalyFarmacia

English EN French FR Italian IT Spanish ES

Search
Generic filters

English EN French FR Italian IT Spanish ES

Search
Generic filters

La vita sessuale nell’antica India

La nostra società ha uno stereotipo costante che l’interesse reciproco dei partner sul piano intimo diminuisce col corso del tempo. Però, nella cultura indiana è opposto: si ritiene che “più lontano, più caldo”. In generale, loro si differenziano da noi da tanti punti di vista. Abbiamo selezionato le tradizioni sessuali più interessanti dell’antica India, alcune delle quali sono ancora vive oggi.

 

L’India è un paese che ha dato al mondo una guida unica per le pratiche spirituali e il godimento sessuale: il libro dell’amore – Kamasutra. Il sesso nell’antica India è il sesso più sensuale ed emotivo, è la culla della vera felicità dell’umanità. Qui l’atto sessuale è sacro, e viene considerato il percorso verso Dio, il potere dell’evoluzione, l’onda della vita. Questa e quella posa sono necessarie non solo per aumentare il piacere sensuale, ma anche per dirigere l’energia vitale nella giusta direzione.

 

Il Kamasutra ha classificato le pose sessuali in base a 64 posizioni, secondo il metodo e la tecnica del rapporto sessuale tra uomini e donne. Queste pose erano molto diverse da quelle a cui siamo abituati. Il sesso nell’induismo è una profonda esperienza mistica. E i rapporti sessuali sono la       scienza più importante e allo stesso tempo l’arte, che ognuno deve studiare molto attentamente.

 

Oltre alle famose 64 “posizioni” descrive tipi di uomini e donne, tipi d’amore, abbracci e baci, tipi di vagine femminili e peni maschili, ma anche raccomandazioni per il loro uso a seconda delle caratteristiche. Tutte le descrizioni sono molto vivide e distintive. Ad esempio, il tipo di uomo – Leopardo – è leggero, veloce e affettuoso. Il suo scroto è una nave con il fuoco ed il pene è una freccia rigida.

 

Le opere scultoree erotiche nei templi dell’antica India sono riconosciute come le più famose composizioni franche dedicate al sesso. Altrimenti, questi templi sono chiamati l’enciclopedia d’amore: tutte le scene erotiche sono impresse in modo abbastanza dettagliato, e rappresentano le immagini della vagina sacra e del pene potente, la gente che copula in varie posizioni, la masturbazione, il sesso orale, ecc. Gli indiani credono che l’Universo sia il risultato del legame divino del dio Shiva e della dea Shakti. Un atto sessuale è il percorso verso l’armonia e Dio. Se impari a gestire questa “energia”, riceverai felicità.

 

L’autore di Kamasutra ha fortemente raccomandato agli sposi di trascorrere le prime tre notti sul pavimento e di non fare l’amore. Dopo di che gli innamorati potevano spostarsi nel letto. Quindi l’uomo (l’iniziativa appartiene a lui) dovrebbe avvicinarsi gradualmente alla moglie, risvegliando la fiducia e non fare nulla con la forza.

 

Una donna viene paragonata ad un fiore, che necessita un trattamento speciale. Quindi dovrebbero esserci abbracci, baci sulle labbra, conversazioni delicate nel processo di tutto ciò, baci su tutto il corpo. E solo dopo si può spogliarsi e tutto il resto. Un uomo, che ha fretta viene paragonato al bestiame. Gli indù credono di non avere fretta e che l’amore e la passione, come il buon vino, migliorino sempre di più nel corso degli anni.

 

Parlando di sesso nell’antica India, si deve notare che esisteva il sistema delle “caste” (cioè la divisione in base alle caste, razze o proprietà). Ogni casta seguiva le sue tradizioni. Gli indiani sono generalmente persone molto sofisticate. Ad esempio, nei loro trattati sull’arte d’amore, si parla di tutti i vantaggi dell’utilizzo di cosiddetto “apadravia”. Significa un piercing maschile nel pene, che potrebbe essere fatto di metalli preziosi, di ferro, di legno o dei corni di bufalo.

 

Gli indiani hanno descritto nei minimi dettagli a che ora è meglio dedicarsi agli atti d’amore. Il periodo migliore è considerato il tempo tra mezzanotte e le tre del mattino, e anche il periodo dell’eclissi solare e lunare. Se il tuo desiderio è indomito, allora non importa che ora del giorno lo sia. I trattati descrivono anche il momento più adatto per l’iniziazione sessuale, per la privazione della verginità, ecc.

 

Il ciclo mestruale veniva chiamato “giorni santi”, durante i quali il sesso non era proibito, anzi, era incoraggiato. Si credeva che il potere accumulato nel corso del mese e l’energia della “shakti” (potere, forza) dessero all’uomo longevità e salute e alla donna un orgasmo luminoso e lungo. Se una donna indiana voleva fare sesso durante il ciclo, toccava il “lingam” (il pene) e l’uomo doveva soddisfarla. Gli antichi indiani credevano, che il sesso in quei giorni, desse il piacere più vivido e la felicità inesprimibile per entrambi i partner e prolungasse la vita.

 

Il sesso tantrico eccita la mente della gente che preferisce le cose esotiche, anche se poche persone comprendono ciò che è effettivamente significa. “Tantra” si traduce come “tessuto” e “telaio”. Questa è un’intera dottrina, in senso generale: lavorare con Shiva (simbolo maschile) e Shakti (quello femminile). Prima di fare sesso tantrico, sono richiesti almeno due giorni di astinenza. È inoltre necessario escludere tutta la carne e il grasso dalla dieta, passando ai noci, miele e frutta. Una parte molte importante sono gli esercizi di stretching speciali. La situazione dovrebbe essere confortevole, il letto – comodo e silenzioso. Inoltre, ci sono molte raccomandazioni, il cui senso può essere ridotto al fatto che i partner devono arrivare ad un unico ritmo di respirazione, sincronizzarsi completamente e giungere al godimento simultaneo. Il tantra incarna l’idea del sesso come un percorso verso Dio.

 

Nel Kamasutra c’è un capitolo sul piacere d’amore. È dedicato ai temperamenti sessuali degli uomini e delle donne, tipi di piaceri, tipi di sesso (da reverentemente teneri ad appassionati). Ci sono dei capitoli, che descrivono i casi, in cui i morsi sono accettabili, quando puoi grattare un partner, i modi migliori per fare dei preliminari e viene descritta la fine corretta dell’atto, le regole per litigare bene in coppia. Particolare attenzione è rivolta alle dimensioni dei genitali. Gli uomini sono divisi in “lepre”, “cavallo” e “toro”, le donne invece in “gazzella”, “cavalla” ed “elefante”. Gli indù credevano che le dimensioni contassero, e rispettavano la corretta corrispondenza dei partner.

 

Porta la varietà nella tua vita intima! Imparati un paio di posizioni nuove per sorprendere la tua partner! Abbi coraggio di sperimentare e noi di saremo d’aiuto. In base alle tue esigenze e preferenze ti sceglieremo un farmaco, per rendere le tue sensazioni ancora più intense. Alla tua disposizione abbiamo Viagra, Cialis, Avana, Kamagra e Levitra a buon mercato. Diventa un forte leone, che leggermente riesce a sopprimere qualsiasi gazzella desiderata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Il tuo carrello